Il pesce è uno degli alimenti che apportano i benefici maggiori al nostro organismo. Ricco di proteine e grassi insaturi e dall’alto contenuto di omega 3, il pesce è in grado di assicurare un benessere diffuso a tutto il corpo umano.

Per smentire gli eccessivi allarmismi legati alle contaminazioni da mercurio e sostanze inquinanti, la scienza concorda sul fatto che consumare pesce almeno due volte a settimana sia la scelta migliore.

La prima ragione per inserire pesce e crostacei nella dieta è quella legata all’aiuto al cuore per il regolare svolgimento delle sue funzioni. Grazie agli acidi grassi i trigliceridi si abbassano, riducendo la pressione sanguigna e rallentando la formazione di placca arteriosclerotica. Indipendentemente dalla quantità, è bene variare la scelta delle specie ittiche: ciascuna infatti presenta maggiori o minori percentuali di Omega 3 e altre importanti sostanze nutritive per il corpo umano, riducendo la possibilità di infarti e malattie cardiovascolari.

Inoltre un adeguato apporto di DHA, una speciale tipologia di Omega 3 presente esclusivamente nel pesce, favorirebbe un migliore sviluppo del cervello e dell’apparato visivo nei bambini, con la possibilità di ottenere risultati cognitivi più alti e un minor rischio di autismo. Questi i dati emersi da uno studio del 2006 pubblicato sull’American Journal of Epidemology che ha coinvolto anche mamme in dolce attesa, la cui carenza di DHA si sarebbe tradotta in punteggi intellettivi minori e una vista più scadente nei primi mesi di vita il neonato.

I grassi di tipo EPA invece sarebbero l’arma migliore contro la depressione, compresa quella post partum. Nella lotta alle malattie il pesce si classifica come una delle armi migliori. Anche per quelle autoimmuni, quali diabete di Tipo 1 e artrite reumatoide, vengono sconfitte più facilmente se il nostro corpo viene integrato con questo tipo di acidi grassi: questo comporta la riduzione di infiammazioni, lenendo o talvolta fermando la progressione della malattia. A raccomandare di mangiare pesce dalle 2 alle 4 volte al settimana è proprio l’Arthritis Foundation, organizzazione no profit statunitense impegnata nella prevenzione e controllo dell’artrite.

Una dieta sana a base di omega 3 è importante a tutte le età: nei bambini è fondamentale per crescere un corpo sano, negli adulti adulti per mantenerlo tale e negli anziani per aiutarli a preservare tessuti, organi e lo sviluppo del cervello.