È partito il conto alla rovescia: lo spirito del Natale aleggia nelle case e il profumo del cibo che arricchirà le tavole imbandite anche.
E i diabetici? Naturalmente dovranno mantenere un comportamento ligio a tavola anche a Natale, ma il pesce permetterà loro di non rinunciare al gusto e salvaguardare la salute.
Gli studi confermano infatti che consumare pesce due volte a settimana previene l’insorgere di disturbi renali nei pazienti affetti da diabete, che dovranno fare estrema attenzione alla quantità e alla qualità dei carboidrati oltre alla natura delle proteine introdotte.
E quale miglior alleato per combattere il diabete, se non il pesce?
Un alimento che va incontro alle necessità di questa patologia perché:

- è ricco di grassi insaturi, detti anche “grassi buoni”, contenenti una elevata concentrazione di omega 3
- le sostanze nutritive di cui è composto migliorano i livelli lipidici nel sangue
- qualità di grassi e proteine superiore rispetto a quelli della carne, visto che il pesce presenta una concentrazione inferiore di tessuto connettivo

Tutte caratteristiche che incidono sulla funzionalità dei reni: è stato infatti riscontrato che mangiare pesce più di una volta a settimana coincide con una minore concentrazione di albumina nelle urine. Un quantitativo troppo alto di questa proteina, noto come macroalbuminuria, indica appunto un disturbo al funzionamento dei reni.

Durante i banchetti che rallegreranno le feste di Natale fate dunque largo al pesce: rispetterete la tradizione e la salute di tutti ne trarrà beneficio.
Basterà fare attenzione alla cottura: quella da privilegiare è al vapore, poiché mantiene intatte le sostanze nutritive del pesce, che verrà anche digerito più facilmente; e limitare i condimenti.

Le varietà ittiche più indicate per chi soffre di diabete? Quelle magre: orata, cernia, scampi, merluzzo e gamberi.
Lasciate lavorare la fantasia e soddisferete tutti i palati.
Se poi non avete tempo tuffatevi nelle ricette Aquolina, troverete un mare di soluzioni, anche per i palati più esigenti!