La vita frenetica di tutti giorni e la globalizzazione ci hanno messo a disposizione una miriade di alimenti che soddisfano i nostri gusti provenienti dai luoghi più disparati, dei quali spesso però poco sappiamo, nonostante la grande mole di informazioni dalla quale veniamo bombardati quotidianamente.

Quante volte infatti la difficoltà nella lettura delle etichette, normative poco chiare e tempo centellinato ci conducono verso il dubbio amletico: sto mangiando in modo sano?

Ma un’ancora nel marasma di interrogativi che assale quotidianamente il consumatore moderno esiste: il pesce.

Alimento fondamentale della nostra dieta rappresenta da sempre il pilastro sul quale nutrizionisti ed esperti di salute fondano i propri consigli.

Ma cosa accade prima che arrivi sulle nostre tavole? Quanto ne sappiamo di controllo della qualità e normative che regolano il settore ittico?

Finpesca ha sciolto ogni dubbio su questi temi, raccontandoci passo dopo passo il percorso dei propri prodotti ittici, dal mare alla tavola.

Partiamo dall’inizio:

 -   i prodotti ittici che arrivano da Finpesca vengono controllati da personale qualificato, che verifica lo stato di freschezza, la taglia, l’assenza di corpi estranei e di parassiti visibili, la temperatura, l’idoneità dell’imballo, la conformità dell’etichetta.

-  i prodotti vengono eventualmente riconfezionati per raggiungere il peso desiderato dal cliente e avviati alla distribuzione mediante automezzi refrigerati.

- le materie prime destinate alla lavorazione, vengono avviate in produzione, dove personale qualificato le sottopone ad eviscerazione oppure sfilettatura, con eventuale aggiunta di altri ingredienti.

- il prodotto finito (solo ittico, oppure ricetta) viene infine avviato al confezionamento in atmosfera protettiva.

 A questo punto della storia il nostro consumatore moderno si reca al supermercato e trova una vasta gamma di prodotti ittici di qualità: pesce, molluschi e crostacei, freschi e decongelati, confezionati in atmosfera protettiva, anche con aggiunta di ingredienti.

“L’uomo è ciò che mangia” diceva Feuerbach, forse questa coincidenza sembrerà un po’ eccessiva ma è innegabile il fatto che siamo in quanto mangiamo dunque, mangiamo pesce, e andiamo sul sicuro!

Photo Credit: it.wikipedia.org