Curiosità sui molluschi: numeri e aneddoti su questo prodotto prelibato

Enorme varietà, ottimi valori nutrizionali e sapori delicati che si sposano con qualsiasi ingrediente: stiamo parlando dei molluschi, una delle specie marine più apprezzate e utilizzate nelle cucine di tutto il mondo. Ma siete sicuri di conoscerli bene? Ecco dieci numeri che vi sveleranno altrettante curiosità su questi prodotti prelibati.

110.000

È il numero di specie conosciute di molluschi. Vengono raggruppate in 8 classi accomunate da due caratteristiche essenziali: un corpo molle, racchiuso in una struttura rigida chiamata conchiglia.

250

Sono le principali specie di molluschi commestibili. Di queste, 9 rappresentano l’85% del mercato globale e comprendono gastropodi, bivalvi e cefalopodi, ma anche molluschi di acqua dolce come le escargot e la corbicula fluminea, tipica dei fiumi dell’Asia.

711.000

Sono le tonnellate di capesante consumate ogni anno in tutto il mondo. Le capesante sono la tipologia di mollusco più richiesto, seguito dalle ostriche (166.000 tonnellate) e dalle cozze (143.000). Sorpreso?

7,5

Sono i milioni di tonnellate di molluschi che si consumano, a livello globale, ogni anno, e che consentono a questa specie di conquistarsi il terzo posto nella classifica dei consumi di pesce. Sul podio troviamo anche i pesci d’acqua dolce, al secondo posto, e quelli di acqua salata, al primo posto.

120.000

Sono le tonnellate di cozze che annualmente vengono prelevate lungo le nostre coste, in particolare in Puglia, Campania, Romagna, Veneto e Liguria. La cozza è il mollusco più consumato in Italia, e la sua elevata richiesta spesso costringe addirittura ad importarle dall’estero.

360

Sono i milioni di euro che ogni anno i molluschi generano in Francia, tra i principali allevatori al mondo, attraverso i processi di produzione e di vendita.

80

Sono le chilocalorie contenute in 100 grammi di molluschi. Si tratta di un alimento ipocalorico adatto anche a chi è a dieta. Deve prestare più attenzione, invece, chi soffre di ipertensione perché i molluschi sono ricchi di sale. In un etto di prodotto troviamo anche circa 12 grammi di proteine, 3 grammi di grassi e vitamine del gruppo B e C. Sono anche una fonte di ferro, fosforo e magnesio.

70

Sono i gradi centigradi necessari affinché il guscio dei molluschi si apra. Sono perfetti sia gustati da soli, passati in padella con un po’ d’olio, aglio, prezzemolo e vino bianco, sia assaporati in un primo piatto come una pasta allo scoglio o un risotto ai frutti di mare.

4

Sono i minuti necessari per una cottura ottimale dei molluschi. Se abbattuti, possono anche essere mangiati crudi con un goccio di succo di limone.