Trattiamo una notizia che potrebbe interessare molte giovani coppie che stanno provando ad avere un figlio.
Da una ricerca dell’Harvard Medical School, presentata in occasione del congresso della Società Americana di Medicina della Riproduzione, è emerso come una dieta ricca di grassi saturi sfavorirebbe la potenza riproduttiva abbassando il numero di spermatozoi.
Le capacità riproduttive infatti in questo modo possono essere inibite fino al 40%.

Cosa non deve mancare dunque nella dieta di chi cerca un figlio?
Acidi grassi ed Omega3 che aiuterebbero a tenere alta la conta spermatica, nonchè vitamina B26 cha aiuta la fertilità.
Via libera quindi a frutta e verdura di stagione, ma soprattutto pesce e noci, nello specifico non devono mancare:

  • pesce azzurro, almeno tre volte a settimana;
  • noci;
  • 5 porzioni di frutta e verdura al giorno;

E’ sempre buona norma inoltre assumere abbondanti liquidi e svolgere attività fisica equilibrata.

Meglio controllare anche l’origine del pesce, preferendo il pesce italiano che è sottoposto a maggiori controlli (basti pensare alla diatriba di qualche mese fa sulla presenza di mercurio nel pesce giapponese) ed assicurarsi che il pesce sia fresco.