Trattiamo oggi di una tematica che interesserà molto chi pratica sport, sia a livello professionistico che amatoriale.
Gli sportivi infatti di solito sono soggetti attivi e consapevoli della relazione tra salute-alimentazione-prestazione molto attenti alla propria dieta, consci che questa può influire anche di molto sulla propria forma e sulla prestazione.

Già avevamo parlato in questo blog dello stretto legame tra Omega3 e sport, e di come questi influiscano nel tono muscolare rallentando la perdita di tonicità del muscolo.

In questa sede vogliamo invece occuparci di un’altro beneficio degli acidi grassi Omega3, e dei loro effetti positivi sui tempi di reazione.

Durante lo svolgimento dell’attività sportiva o di un qualsiasi esercizio intenso il muscolo perde sostanze infiammatorie. Queste non solo influiscono sulla prestazione dello sportivo ma sono anche causa di disturbi dell’apparato locomotore (tendini, articolazioni, muscoli).

Grazie ad una assunzione regolare di Omega3 è possibile diminuire i danni collaterali di queste tossine e migliorare i tempi di reazione complessi fondamentali soprattutto per chi pratica sport di gruppo.

Risulta quindi fondamentale per lo sportivo attenersi ad un regime alimentare equilibrato ed uno schema dietetico capace di sopperire sia allo stress che all’elevato consumo di energia.

Sebbene l’importanza biologica degli Omega3 sia fuori discussione gli effetti di una loro massiccia integrazione sono dubbi.
Meglio quindi non esagerare con integratori chimici, quanto piuttosto assumere naturalmente questi elementi, in un regime dietetico equilibrato.